lunedì 16 dicembre 2013

IL MONDO NELLE COSE


MERCOLEDÌ 18 DICEMBRE 2013 - ORE 21:30

NADIA AGUSTONI

IL MONDO NELLE COSE

 

l’albero è dove nessun ramo parla il mondo

scrivere come su lavagna cancellandosi

a ogni parola si spaventa

la vita di uno solo è ogni vita

gli uccisi ritornano, nome dopo nome, cantano tutti i nomi

finché c’è il mondo.

                                  (da IL MONDO NELLE COSE, Nadia Agustoni)

 

Prosegue il nostro viaggio nel variegato mondo dei poeti con una voce alta, unica, nel panorama letterario odierno. Ci addentreremo nelle nebbie nel Nord Est dove la parola poetica di Nadia è pietas laica per l'ingranaggio della fabbrica totale.

 

Vi aspettiamo nell'atmosfera semplicemente accogliente del circolo Arci I Martiri di Turro dove ogni 15 giorni avviene qualcosa di eccezionale.

 

E se volete, prima, potete riscaldarvi con la cena al prezzo speciale di 9,50 euro.

 

Mercoledì 18 dicembre – ore 21:30

Circolo Arci Martiri di Turro

via Rovetta, 14 – Milano

(M1 Turro)

 

Vi ricordiamo che, come sempre, è possibile cenare presso il circolo Arci I Martiri di Turro prima della serata poetica, al prezzo speciale di 9.50 euro.

 

Per prenotazioni: 02 45478420

 I CURATORI   Maria Zimotti e Luciano Mondini

 

----------------------------------------------

lunedì 25 novembre 2013

Parleremo dell’arte che è più buona degli uomini

Mercoledì 18 dicembre 2013, alle ore 17.30, presso la Sala Torre Arsa della Biblioteca Fardelliana, saranno presentati Parleremo dell’arte che è più buona degli uomini Saggi di poesia dialettale siciliana voll. 1 e 2 di Marco Scalabrino con prefazione di Pietro Civitareale CFR Edizioni – Piateda (SO) 2013 La S.V. è invitata a partecipare Introdurrà: Margherita Giacalone Direttore della Biblioteca Fardelliana Interverranno: Giuseppe Alletto Pittore, autore della immagine di copertina Gianmario Lucini Editore Marco Scalabrino Relazionerà Vincenzo Vitale già Docente di Lettere Classiche Letture a cura di Alberto Noto e Maria Pia Virgilio Per informazioni: Biblioteca Fardelliana Largo San Giacomo Trapani tel. 092321506

giovedì 21 novembre 2013

Essenza

Siamo vento talvolta nelle vele (Pietro Pedone)

mercoledì 19 giugno 2013

Luca Traini: LA NOSTRA CIVILTA' E' UN SOGNO AD ANGOLO RETTO

Luca Traini: LA NOSTRA CIVILTA' E' UN SOGNO AD ANGOLO RETTO: The Screen We start from the earliest evidence of abstract thought and conception of geometrical shapes by Sapiens Sapiens individual...

venerdì 1 febbraio 2013

salvatore della capa

Un nome che ti urla contro, la parola scagliata oltre la carne, sulla costole si posano gli uccelli. Il peccato torto nel busto mille memorie impregnano i tessuti ora che accolgo tutto il presente. Non voglio più questo nome. Perché sono tutta la gente che mi ha lasciato

martedì 22 gennaio 2013

LOVE

Love is a word another kind of open— As a diamond comes into a knot of flame I am black because I come from the earth's inside Take my word for jewel in your open light. Audre Lorde, “Coal” from The Collected Poems of Audre Lorde. Copyright © 1997 by Audre Lorde. Reprinted with the permission of Charlotte Sheedy Literary Agency and W. W. Norton & Company, Inc., www.nortonpoets.com.

A Woman Speaks

A Woman Speaks By Audre Lorde 1934–1992 Audre Lorde Moon marked and touched by sun my magic is unwritten but when the sea turns back it will leave my shape behind. I seek no favor untouched by blood unrelenting as the curse of love permanent as my errors or my pride I do not mix love with pity nor hate with scorn and if you would know me look into the entrails of Uranus where the restless oceans pound. I do not dwell within my birth nor my divinities who am ageless and half-grown and still seeking my sisters witches in Dahomey wear me inside their coiled cloths as our mother did mourning. I have been woman for a long time beware my smile I am treacherous with old magic and the noon's new fury with all your wide futures promised I am woman and not white. Audre Lorde, “A Woman Speaks” from The Collected Poems of Audre Lorde. Copyright © 1997 by Audre Lorde. Reprinted with the permission of Charlotte Sheedy Literary Agency and W. W. Norton & Company, Inc., www.nortonpoets.com. Buy or borrow this book: Source: The Collected Poems of Audre Lorde (W. W. Norton and Company Inc., 1997)

giovedì 8 novembre 2012

Leopardi o della modernità. Conversazione con Mario Luzi – di Francesco Medici

Verso un'ecologia del verso Il primo Leopardi era per me il signore del canto in grado di portare il cuore della lingua italiana stessa a cantare tra passato, presente e futuro, rimettendo in circolo tutto il nostro patrimonio linguistico. (Mario Luzi)

venerdì 31 agosto 2012

CORRENTE IMPROVVISA

per un'amica (M. Lotter) a A., porto un’alba nelle scarpe lo so lo vedo che non è tempo per le rondini che la parola a volte sa di seppia, ma posso stare anche in silenzio e dire il mondo come un quadro, zingara siedo nel gesto mancato - sono tutta involontaria - e mi trattengo zitta zitta in prossimità della tua voce

martedì 28 agosto 2012

El otro paredon

El otro paredon – L’altro muroInterventi di Rafael Rojas, Uva de Aragón, Juan Antonio Blanco, Ana Julia Faya, Carlos alberto Montaner, Gordiano Lupi Prefazione di Ramón Guillermo Aveledo Ci sono molti modi per distruggere una persona, uno di questi è togliere prestigio. Per la prima volta accademici e giornalisti con diverse idee politiche analizzano i metodi con cui il governo cubano, da oltre mezzo secolo, demolisce le reputazioni di persone e gruppi sociali. Questa seconda edizione ampliata si avvale della prefazione del noto accademico venezuelano Ramón Guillermo Aveledo e di un articolo dello scrittore e giornalista italiano Gordiano Lupi, traduttore del blog Generación Y di Yoani Sánchez. Se diamo retta alla propaganda governativa, a Cuba, tra le persone che si oppongono al sistema, preoccupate per il destino nazionale e senza aver commesso alcun crimine, non c’è una sola persona decente. Tutti coloro che osano emettere una critica sono immediatamente definiti terroristi, traditori della patria, malfattori o amorali. Yoani Sanchez Dal post "Delinquenti comuni" nel blog Generación Y In questo libro, non affrontiamo la distruzione di reputazione che potrebbe sviluppare un partito politico di opposizione contro il governo o un gruppo di consumatori insoddisfatti contro un ristorante. Non stiamo parlando di diffamazioni personali o di critiche istituzionali. Ci riferiamo a una forma organizzata di terrorismo statale orientato verso la deliberata e completa distruzione della credibilità di una persona, gruppo o istituzione. El otro paredón esamina questo tema alla luce dell’esperienza cubana ricorrendo a diversi esempi: il politico Carlos Márquez Sterling, l’impresario Amadeo Barletta, il giornalista Carlos Alberto Montaner e centri di studio accademici creati dallo stesso regime. Rafael Rojas, noto intellettuale e storico delle idee cubane più rilevanti della sua generazione, centra la sua analisi sul fatto che il regime cubano si è sempre impegnato a fondo per costruire una storiografia ufficiale che contribuisca a legittimarlo. Uva de Aragón, importante scrittrice dell’esilio storico cubano, impegnata in una politica di riconciliazione, analizza il modo in cui la classe politica precedente alla rivoluzione sia stata demonizzata e l’arbitrarietà dei giudizi che hanno infangato la reputazione di uomini come suo padre, il Dr. Carlos Márquez Sterling, presidente dell’Assemblea Costituente nel 1940. Juan Antonio Blanco incentra il suo lavoro sull’impresario Amadeo Barletta e mostra come il governo cubano sia riuscito a demolire la sua reputazione, in primo luogo per confiscare arbitrariamente i suoi beni, quindi per distrarre l’attenzione dell’opinione pubblica nazionale e internazionale quando, nel 1989, le strutture militari cubane sono state coinvolte in uno scandalo per operazioni di narcotraffico. Altri due autori, Ana Julia Faya e Carlos Alberto Montaner, espongono come anche partendo da prospettive opposte (marxista e liberale), entrambi siano stati vittime di questa sorta di terrorismo di Stato che è la demolizione della reputazione. Gordiano Lupi, scrittore italiano e giornalista specializzato in Cuba, espone le campagne di demolizione della reputazione della blogger cubana Yoani Sánchez in Italia. Gli storici devono fare uso di una metodologia rigorosa e imparziale per determinare il comportamento di ogni persona. I fatti vanno contestualizzati per poter capire bene le rispettive posizioni. La riconciliazione tra cubani reclama un rispetto della storia e dei comportamenti dei singoli protagonisti. Per ottenere copie a scopo recensione: marlene.moleon@gmail.com Marlene Moleon Eriginal Books LLC Casa editorial de libros digitales http://eriginalbooks.com/ http://eriginalbooks.net

La Tela Sonora

La Tela sonora e' una rete che attrae la poesia per espanderla e farla conoscere nel mondo, qui e ora: non esiste passato non esiste futuro. il futuro é il passato come é stato pensato da TE.

Ascolta ora in questo momento, l'unico possibile attimo.

Le parole della poesia letta sono adesso e ora, la loro musicalità é un tantra che raggiunge il cervello e soprattutto il cuore.

visita http://www.radioalma.blogspot.com/ ed ascolta le puntate trascorse in compagnia dei poeti.

La tela é per tutti grandi e piccini senza distinzione, accoglie per espandere per ritornare nel mondo con una forza più grande

Grazie a tutti coloro che hanno deciso di partecipare, la tela é vostra